La dama di cuori

la-dama-di-cuori-racconto-porno

Ha passato in rassegna più cazzi d’un sessuologo, ha avuto due mariti e troppi amanti per poterli contare, eppure per noi che eravamo suoi compagni di classe è rimasta la “Dama di cuori” che sognavamo nei nostri letti senza osare invitarcela. Ha conservato, se non accentuato, la sua aria altezzosa da nobildonna con la puzza sotto il naso. Ma ora sappiamo che è tutta una posa, che quella sorchetta che ci concedeva, a ognuno all’insaputo dell’altro, è diventata una delle sorcone più esperte del centro di Torino.

Approfondisci

L’amico di famiglia

l'amico-di-famiglia

Walter e Clara sono giovani, sono belli, sono pieni di voglia di godere in tutte le maniere possibili. Mi son sempre chiesto come facciano, visto che non invitano nessuno nel loro letto, non offrono a nessuno strane, eccitanti serate. La spiegazione me l’hanno data assieme, dandosi sulla voce per parlare tutti e due per primi: il loro amico dei giochi più intimi, più libidinosi, più perversi, è il vibratore.

Approfondisci

Una splendida mansarda

una-splendida-mansarda

Michele è un biondo normanno, catanese approdato al nord da poco tempo dove ha cercato in ogni modo di ambientarsi e inserirsi. Ma la passione e il fuoco che si porta dentro lo rendono diverso, comunque, da tutti gli altri maschietti locali. Lui è diverso anche nel modo di accostarsi alle ragazze, di cercare di conquistarle: il suo è un modo tutto intimo e raccolto, che si materializza nella piccola soffitta deliziosa e accogliente, sofisticata e calda che ha arredato e che ha trasformato in nido d’amore.

Approfondisci

Tra cazzo e figa

tra-cazzo-e-figa

Mi chiamo Monica, abito a Roma, ho un marito e un’amica negra che mi lecca divinamente la fica. In queste poche parole c’è tutta la mia vita. O quasi. Amo mio marito, anche se ho un’amante lesbica. Sono due cose separate e distinte. II primo riguarda il cuore, l’altra il sesso. Quando capii che il mio matrimonio stava naufragando, feci di tutto per salvarlo. Mio marito sapeva benissimo che Annie mi leccava la fica, ed io ero a conoscenza che un suo dipendente gli faceva i pompini in ufficio.

Approfondisci

La giovane contessa

racconti erotici La contessa

“Sai che questa barca è di una mia amica?”, mi disse Mirella indicandomi un veliero ancorato nel porto. “Saliamo a farle un saluto, ma stai attenta a come parli. E’ la contessa G., la multimiliardaria. Va in confusione per delle inezie. Si perde in un bicchier d’acqua e accusa gli altri quando meno se l’aspettano”. La contessa è una donna pressappoco della nostra età. Una ragazza bionda, come Mirella, ma con un modo di fare aristocratico. Una con la puzza sotto il naso: la classificai subito. Ci propose di fare un giretto sulla barca. Stavano già per salpare.

Approfondisci